EQUILIBRIO/murales di Stefania Missio/Isola di La Maddalena

Ho concluso da pochi giorni un dipinto su muro a doppia facciata, realizzato sulle due pareti visibili su strada dell'aula esterna appartenente al plesso del Liceo Scienze Umane/Liceo Linguistico dell'Isola di La Maddalena. Titolo: EQUILIBRIO.

Piccolo passo indietro: un anno fa circa mi è stato chiesto di collaborare nuovamente con la scuola per concorrere al Premio Regionale Graziano Dejana, rivolto a tutte le Scuole Secondarie di 2° grado della Sardegna. 

Avevamo già partecipato e vinto l'anno precedente sul tema delle MIGRAZIONI, che fruttò il murale ODISSEA, realizzato presso il cortile interno (ma visitabile) dell'Istituto Tecnico Nautico dell'isola. 

Quest'anno è stata la volta del tema sui CAMBIAMENTI CLIMATICI: come sviluppare un tema che non negasse l'evidente problematica -spesso catastrofica- situazione, ma che rappresentasse la nostra energia nel voler cambiare le cose e far tornare tutto in EQUILIBRIO?

Ho cercato a lungo un simbolo che comprendesse tutto questo e che fosse strettamente legato al luogo dove viviamo e che abbiamo il dovere di curare, se ci riserviamo il diritto di viverlo. Un animale, un animale che comprenda il mondo marino, ma che molto ha in comune con la natura umana: un mammifero, magari strettamente connesso anche con il mondo mitologico.

Un mammifero marino legato ai miti: il delfino!

La mia idea, rivelatasi poi adatta (il cui progetto è poi arrivato primo, con tanto di premiazione dei ragazzi a Cagliari), è stata quella di creare un cerchio di delfini, diviso tra le due facciate che sbucano da terra, spiccano il volo per cavalcare l'onda, rituffandosi in acqua per poi ricominciare a spiccare il volo verso l'onda.

Guardando simultaneamente le due facciate posizionandosi nell'angolo tra le due, lo sguardo parte da sinistra, segue il branco dei delfini e si sposta istintivamente nella parte destra mentre discendono con forza. Il cerchio infinito è dato dalla  parte che non si vede, quella che del cerchio prosegue idealmente a terra per poi ricominciare, senza sosta. 

Questa immagine ha energia, molta energia, ma per essere capita va vissuta con la partecipazione dell'occhio e dello sguardo. Non è un disegno passivo. 

Nulla nella Natura che ci riguarda può essere più lasciata andare passivamente se crediamo di avere, appunto, il diritto di viverla. 

Tocca esserci, con energia.

Sono felice che questo nuovo murales sia ancora una volta stato realizzato in una scuola: lo trovo un messaggio di grande forza, ottimismo spinto dalla forza di volontà di volersi migliorare. La scuola è una risorsa incommensurabile. E' un Dovere, ma prima di tutto un Diritto. A scuola queste due parole quasi si equivalgono. 

Ringrazio di cuore il motore che mi ha permesso di realizzare questo nuovo lavoro: Bianca Maria Morgi, ormai ex Dirigente dell'Istituto di Istruzione Superiore G. Garibaldi dell'Isola di La Maddalena, che rimarrà sempre una persona importantissima per me e per tutta l'isola. 

Spero di poter tornare presto a lavorare sulla terza parete, che comprende la partecipazione attiva dei ragazzi del liceo. Causa chiusura forzata i lavori sono slittati in data da definire. Auspichiamo il ritorno dell'EQUILIBRIO per poter tornare a lavorare insieme: quel giorno sarà davvero diventato un murales perfetto. 

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati